Baggio Tecnologie, l’innovazione è nel brand

 width=Tra le realtà economiche uscite a testa alta dalla pandemia sanitaria c’è la BAGGIO TECNOLOGIE, specializzata nella produzione e commercializzazione di macchine per l’industria conciaria con particolare attenzione al processo di lavorazione comprendente le fasi di lavoro dalla tintura alla rifinizione.

 width=Giocondo Baggio e il figlio Alberto

“Dopo un primo momento di assestamento, nel quale abbiamo dovuto adattarci come tutti all’idea di “rallentare” – precisa Alberto Baggio, socio e responsabile commerciale dell’azienda fondata nel 1988 dal padre Dino – abbiamo deciso di sfruttare la principale risorsa a nostra disposizione ovvero il tempo, dedicando buona parte di questi mesi al miglioramento delle tecnologie già in uso nella nostra produzione con particolare attenzione all’ecosostenibilità ed alla promozione di una maggiore responsabilità ambientale. Abbiamo inoltre investito nell’elaborazione di nuove campagne di marketing per promuovere i nostri prodotti, attraverso un rinnovamento progressivo del brand certi di poter esser ancor più presenti in questa fase di ripartenza”.

A metà maggio era uno scenario positivo quello tracciato dall’azienda vicentina. “I segnali dal mercato, in particolare all’estero – aggiunge – sono tutto sommato al di sopra delle aspettative. Il 2021 è iniziato all’insegna degli investimenti e di un buon interesse verso le nuove proposte. Per la seconda metà dell’anno ci auguriamo una svolta soprattutto per quanto riguarda la mobilità da e verso l’estero, fondamentale per un settore che rimane un’eccellenza in Italia, ma che deve buona parte dei propri profitti alle realtà oltre i confini nazionali”.

Baggio Tecnologie ci sarà come espositore all’edizione di settembre del Simac Tanning Tech, in fiera a Milano. “Chiaramente l’intento è di esserci – conclude Alberto Baggio – per mantenere viva l’attenzione sulla competitività dei nostri macchinari. Tuttavia l’idea è di partecipare con una maggiore sobrietà, nel rispetto dell’anno che è stato, per dedicare maggiori risorse alle innovazioni che stiamo sviluppando e che contiamo di presentare quanto prima. Negli ultimi 15 mesi l’assenza delle fiere internazionali si è fatta sentire; anche se la tecnologia sopperisce all’impossibilità di incontrarsi, non è lo stesso che presentare la propria azienda “vis-à-vis”. Tuttavia se rinunciare agli eventi fieristici in presenza può contribuire ad accelerare un ritorno alla normalità, siamo disposti ad attendere e continuare la nostra attività di promozione attraverso canali secondari”.
www.baggiotecnologie.com