GSC GROUP, Fuori dal lockdown con la certificazione GHG (gas serra)

Un’ulteriore certificazione per GSC GROUP, che rappresenterà un vero e proprio fiore all’occhiello anche negli anni a venire.

È questo il principale risultato portato a termine negli ultimi 15 mesi dalla GSC GROUP, situato nel distretto conciario di Arzignano, che sviluppa e realizza prodotti chimici per diversi segmenti del settore, tra cui la riconcia, l’ingrasso e la rifinizione.

“Nel periodo della pandemia sanitaria – precisa Adriano Serafini, CEO di Gsc Group – siamo stati sempre più impegnati sul fronte della sostenibilità, con la creazione di una vera e propria divisione ambientale all’interno dell’ufficio qualità e sicurezza implementando anche nuove figure altamente specializzate con preparazione accademica. Avevamo già ottenuto le ISO 9001, ISO 14001 e ISO 45001, ora abbiamo aggiunto la certificazione GHG (gas serra) per il ridotto impatto ambientale: di fatto siamo la prima industria chimica del settore a far parte del registro Carbon Footprint Italia. L’obiettivo dello sviluppo sostenibile sarà un caposaldo per il futuro. Per quanto riguarda le innovazioni tecnologiche, per la fase umida, GSC è già concentrata da anni su una tecnologia più verde per il futuro, cioè il progetto Life Goast, che è stato sviluppato con l’aiuto della Comunità Europea e l’Università di Venezia. Infine abbiamo messo a punto anche una gamma di pigmenti nuova da utilizzare per pelli metal free”.

Preoccupazione arriva invece dall’andamento del mercato. “La situazione – aggiunge Serafini – è molto tesa e di difficile comprensione soprattutto alla luce dei fortissimi aumenti e tensioni nelle materie prime che negli ultimi mesi è esplosa in maniera importante e inaspettata. Per quanto riguarda le fiere internazionali rappresentano una leva strategica della nostra politica industriale, un’occasione irrinunciabile e noi continueremo ad essere presenti, anche se per l’edizione 2021 del Simac Tanning Tech a Milano dobbiamo ancora prendere una decisione definitiva. Vista la situazione apriamo uno scenario propositivo: anche se tra tante incertezze, il web sta diventando uno spazio di grande interesse nelle nostre strategie di visibilità. Sostituire completamente gli incontri “face to face” appare impossibile, ma bisogna necessariamente considerare l’importanza della tecnologia digitale che sta rivoluzionando molti settori”.
www.gscgroup.it

 width=
Adriano Serafini