OFFICINE DI CARTIGLIANO, Obiettivo Industria 4.0

OFFICINE-DI-CARTIGLIANO
Leader mondiale nella progettazione e costruzione di macchinari per la lavorazione delle pelli, Officine di Cartigliano ha fatto del perfetto equilibrio tra innovazione tecnologica e sensibilità ambientale uno dei suoi cavalli di battaglia, impegno questo che le ha permesso di presentarsi come partner ideale per le aziende conciarie di tutto il mondo. Fondata nel 1961 nel cuore del distretto vicentino della pelle, questa realtà produttiva tutta italiana vanta oltre 300 brevetti e un catalogo di proposte che assicurano il massimo dell’affidabilità, risultati impeccabili e performance eccellenti. In vista delle numerose sfide legate alla nuova industria 4.0, l’azienda ha approfittato dei vantaggi garantiti dall’iper ammortamento al 250%, con importanti investimenti destinati non solo all’ottimizzazione dei processi, ma anche ad una gestione più efficiente dei rifiuti e alla loro valorizzazione. Concepito per il trattamento dei fanghi derivanti dagli impianti industriali di depurazione, l’essiccatore EFT si pone come obiettivo la drastica riduzione del peso, del volume e del tenore di acqua contenuta in questi reflui solidi, in modo da limitarne in maniera significativa l’impatto sia a livello economico che ambientale. Frutto di oltre cinquant’anni di esperienza nella produzione di linee di essicazione all’avanguardia, questa macchina si distingue per la scelta di utilizzare esclusivamente una tecnologia a bassa temperatura: grazie a questo processo, oltre ad evitare la formazione di cromo VI, diossine e altri composti pericolosi, è possibile ottenere risultati più uniformi e costanti, con consumi ridotti e costi di gestione e manutenzione decisamente più bassi. I fanghi trattati con questo essiccatore vengono così stabilizzati e possono essere stoccati o addirittura, in alcuni casi, riutilizzati. Il successo di questo macchinario rivoluzionario ha aperto le porte ad un altro progetto innovativo, attualmente in fase di sperimentazione, ovvero la realizzazione di un impianto di pirolisi concepito per valorizzare al massimo i fanghi essiccati. Tra le ultime novità sviluppate dall’azienda di Cartigliano, merita una menzione anche 416 Nero, massima espressione dell’innovazione nel campo dei palissoni a quattro teste: si tratta di una macchina full optional che permette di operare sulle diverse parti della pelle con una pressione differenziata che ne rispetta le caratteristiche specifiche; inoltre, il perfetto bilanciamento del movimento delle masse battenti e il relativo incremento del numero di battute assicurano prestazioni superiori. Tratto distintivo di questo modello è dato dall’adozione del software SCADA con funzionalità MES – ormai applicabile a tutte le tecnologie prodotte da Officine di Cartigliano: attraverso questo programma, ogni reparto dell’azienda (dalla produzione all’amministrazione, fino alla logistica) può monitorare e intervenire in tempo reale sull’andamento del lavoro; assistito anche da un PLC (Controllore Logico Programmabile) che consente di rilevare in maniera semplice e intuitiva i vari parametri, 416 Nero è studiato per integrarsi perfettamente nella rete aziendale e dialogare con le altre attrezzature presenti in conceria (non necessariamente della stessa marca). Obiettivo dichiarato è quello di offrire soluzioni tecniche evolute capaci di fare la differenza e di contribuire attivamente alla riduzione dei costi, all’ottimizzazione del ciclo di lavorazione e alla tracciabilità dei processi. Tutti i macchinari progettati dall’azienda veneta vengono sottoposti a rigorosi collaudi meccanici prima della consegna: nella Sala Prove, i clienti possono partecipare in prima persona ai test effettuati per verificare l’efficienza del modello richiesto e i risultati ottenuti sui pellami in termini di piedaggio e qualità. L’azienda mette a disposizione anche un impianto pilota di essiccazione autorizzato a ricevere fanghi di depurazione da ditte che vogliono testare l’impianto EFT Cartigliano.

OFFICINE-DI-CARTIGLIANO OFFICINE DI CARTIGLIANO Make way to Industry 4.0

Thanks to the substantial investments for the development of cutting-edge, low-impact technologies, the historic company headquartered in the Veneto region provides its clientele with solutions aimed at shaking up the tanning industry World leader in the design and manufacturing of leather processing machines, Officine di Cartigliano has managed to find the perfect balance point between technological innovation and environmental awareness – a significant commitment that has helped the firm grow into the ideal partner to tanneries worldwide. Established in 1961 right in the heart of Vicenza’s leather district, this all-Italian enterprise boasts more than 300 patents as well as an ample array of state-of-the-art models that can guarantee the utmost reliability, impeccable results and excellent performances. Due to the different challenges entailed by the new Industry 4.0 trend, the company has chosen to benefit from the 250% amortization plan, by investing significant resources not only in the streamlining of the production cycles, but also in a more efficient management of wastes and in the enhancement of their value. Designed for the treatment of the sludge proceeding from industrial wastewater treatment plants, the EFT dryer aims at reducing significantly the weight, volume and humidity level of this solid waste, so as to lower drastically its environmental as well as economic impact. The brainchild of over fifty years of experience in the manufacturing of cutting-edge drying lines, this machine relies exclusively on a low-temperature technology: in addition to preventing the formation of hexavalent chromium, dioxins and other hazardous substances, such a method allows to achieve more consistent performances, while featuring lower consumption levels as well as reduced management and maintenance costs. Once stabilized, the waste treated with this dryer can be store away and, in some cases, even re-used. The success of this groundbreaking equipment has paved the way to another innovative project, whose experimentation is currently under way: that is, the launch of a pyrolysis plant able to truly enhance the value of dewatered sludge. Among the latest developments presented by the firm based in Cartigliano, a special mention goes to 416 Nero, the most advanced evolution in the field of the four-head staking machines: it’s a fully-equipped system that allows to process the various parts of leather at a different pressure according to the specific features; moreover, the perfect balance of the impact hammers and the subsequent increase in their pace result in superior performances. The distinctive trait of this model is the implementation of the SCADA software with the MES function – now available on all the technologies designed by Officine di Cartigliano: thanks to this programme, each department (from the production area up to the accounting and logistics divisions) can monitor in real time the manufacturing cycle; supported also by a PLC (Programmable Logic Controller) device that helps easily asses the various parameters, 416 Nero has been conceived to fully integrate within the corporate structure and to connect with the other equipments used in the tannery (independently from their brand). The ultimate goal is to provide modern technical solutions that can make the difference and that actively contribute to cost reduction, to the optimization of the processing cycle and to the traceability of procedures. All the machinery designed by the Venetian company undergo thorough mechanical trials: in the Test Area, customers can take part to the tests carried out in order to check first-hand the efficiency of the required model as well as the results on leather in terms of yield and quality. The company puts also at the clientele disposal a pilot drying facility that is allowed to take charge of the depuration sludge coming from firms that want to test the EFT Cartigliano plant.
www.cartigliano.com